Skip to main content

Giorgio

Una volta eravamo a cena a casa di amici e una persona che non lo conosceva gli chiese:"tu che fai nella vita?" e lui, senza esitare, rispose:"l'aggregatore di persone".

Lui aveva una capacità straordinaria di coinvolgere persone a fare cose che mai avrebbero neanche pensato di fare.

Quando gli nacque la passione per i cavalli e si inventò un maneggio, lo rese un polo di attrazione per tanti di noi, per poi diventare presidente dell'Ante e organizzare  escursioni in tanti posti d'Italia.

Come mi disse una volta: "il corpo non riesce a starmi dietro alla testa", gli veniva in mente di tutto, dall'allevare piccioni all'importare automobili, e quando sembrava essere arrivato al traguardo era già ripartito con un'altra cosa.

Quando la malattia gli precluse il tennis, lo sci, il cavallo e tutte le cose che richiedevano il pieno uso delle gambe, non si concesse mai al cordoglio di sé stesso, cancellò dalla sua vita tutto ciò che fino ad allora aveva fatto e costruì una vita completamente nuova.

Io lo avevo conosciuto appena arrivato a Colonnella, giovane medico pieno di entusiasmo e voglia di vivere, e forza, e volontà, pieno di idee, di speranze e di sogni.

Gli ho voluto bene da subito, ma non lo ho mai visto così grande come quando, ferito nel corpo, scelse le nuove vie che la malattia gli consentiva e portò con sé molti di noi nelle immersioni, nelle auto d'epoca, poi la passione Porsche, l'ultima delle sue aggregazioni, che ha portato nel nostro territorio appassionati di tutta Italia, increduli per la vitalità e la partecipazione di tante persone.

Non l'ho mai sentito lamentarsi, neanche quando i dolori alla schiena gli facevano serrare i denti, nè l'ho mai sentito dire cose banali, né l'ho mai visto perdere l'entusiasmo per la vita e per le piccole cose, che fosse il raccogliere fave o cogliere ciliege o costruire il braciere o un aperitivo nella sua piccola piscina.

Poi l'ultima passione, la cucina, mi chiamava per farmi assaggiare gli ultimi esperimenti, mentre scriveva il suo libro, il suo orgoglio, la prova concreta che era stato protagonista e non spettatore della sua vita.

Ha fatto appena in tempo a vederlo stampato.

Da lui ho imparato tanto e tanto abbiamo condiviso, piccole avventure e passaggi importanti della vita, e giorni sereni cullati dal mare.

Ho scritto io stesso che quando perdiamo una persona che ci è cara non dobbiamo dolerci per averla persa ma compiacerci per averla avuta, invece adesso sono sopraffatto dal dolore, mi mancherai amico mio.

Tommaso Caroselli

 

 

 

Il Porsche Club Abruzzo e Molise è stato fondato il 19 giugno 2006 ad iniziativa di pochi appassionati, sostenuti dalla convinzione che in una terra che ha ospitato sulle sue strade eventi automobilistici del calibro della Coppa Acerbo (la cui edizione del '57, vinta da Stirling Moss, fu gara valida per il Campionato di Formula 1) e della Cronoscalata "Svolte di Popoli", che ha dato i natali ed è terra adottiva di campioni di Formula 1 quali Jarno Trulli , Vitantonio Liuzzi e Gabriele Tarquini, non poteva mancare un Club che accogliesse gli appassionati dell'automobile sportiva per antonomasia: la Porsche!

L'intuizione era evidentemente felice perché, del tutto inaspettatamente, l'assemblea costituente, tenutasi presso il Centro Porsche Abruzzo, ha visto la partecipazione entusiasta di oltre sessanta appassionati, il che ha piacevolmente stupito sia i soci promotori sia gli addetti ai lavori e si è rivelato di buon auspicio per la futura attività del Club. L’entusiasmo dei soci è andato via via crescendo ed ha premiato gli sforzi dei consiglieri che nell’arco dei primi dodici mesi di vita hanno organizzato già vari eventi a carattere prevalentemente turistico-ricreativo, cui hanno partecipato anche numerosi soci di altri Club, in particolare del Lazio, Marche e della Toscana.

Il Club vanta, inoltre, numerosi appassionati di competizioni sportive, sia di velocità che di regolarità. Alcuni di essi si sono piazzati ai primi posti nei campionati di Formula Club organizzato dal Porche Club Italia mentre altri vantano un invidiabile palmares nelle competizioni per vetture storiche. Per sostenere ed alimentare tale passione il Club si è prefissato  l'obiettivo di organizzare ogni anno almeno quattro raduni in pista e eltrettanti slalom in salita ed alche degli eventi "Elephant" oltre a gite : culturali , culinarie  alla scoperta del territorio, sempre soddisfacendo il piacere della guida delle nostre Porsche.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

A seguito delle elezioni tenutesi in occasione dell'assemblea dei soci del 4 Marzo 2018, Il Consiglio direttivo del Club per gli anni 2018 - 2019 - 2020 è così composto:

Giorgio Di Felice           Presidente

Silvestro Marcozzi        Vicepresidente, Segretario e Tesoriere

Vincenzo Caporale       Manifestazioni - Rapporti Marche - Fotografia

Marco Gramenzi           Supervisione Sport

Andrea Natale               Consigliere e Delegato Avezzano

Leo Franchi                   Gadget - Sponsor

Francesco Macini         Sport Percorsi e area Tecnica

Giuseppe Polisini         Sport

Giacomo  Simonelli      Rapporti Interclub Lazio

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Nomina Delegati Provinciali & Molise

Carpinelli Antonio    Reg. Molise

De Iuliis Remo          Teramo

Di Vito Raffaele         Chieti

Natale Andrea           L’Aquila

Fanì Dante             Pescara

 

 

Connect with Porsche Club Abruzzo e Molise